Cookies: Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento, di profilazione prima parte e cookies di terze parti.
Cliccando su ACCETTA I COOKIES, utilizzando questo sito, scorrendo questa pagina, o registrandoti, presti il consenso all'uso dei cookies.
Per saperne di più clicca qui.

ACCETTA I COOKIES

Le Ultime dal Blog

Quando il Commercialista diventa docente – Testimonianza di Francesco Lupo

Tanti anni fa, ricordo che mio Padre mi insegnava alcune cose, quando frequentavo il Liceo Classico. Alla fine del Liceo, decisi di fare Economia e Commercio. Le cose che all’epoca mi diceva il mio “vecchio” – che aveva all’epoca meno anni di quanti ne abbia io ora – non erano ascoltate con particolare attenzione da un giovane diplomando.

Mio Padre, in merito agli esami all’Università, mi disse che avevano una sola funzione primaria, nella vita di un uomo; farlo sentire alla pari degli altri, e abituarlo agli esami successivi, che non sarebbero finiti mai. Io sorridevo, perché pensavo che mio Padre dicesse delle banalità.

Credevo fermamente che fosse retorica, e che una volta conseguita la Laurea, non ci sarebbero state altre prove significative.

Ovviamente, sbagliavo.

 

Ieri

Alcuni anni fa, quando iniziai il progetto Masterbank ©, dovetti insistere con diverse persone per convincere tutti sul fatto che, al termine di un anno di specializzazione, ci dovessero essere degli esami seri, formali, effettivi, in forma scritta e orale. I miei allievi erano, per la più parte, dottori commercialisti.

Per essere ancora più chiari, erano liberi professionisti paganti.

Ricordo ancora gli esperti di marketing, che allora a mia volta pagavo per le loro consulenze, che obiettavano: “Ma sei pazzo? Non lo fa nessuno! Tutti danno crediti formativi e regalano pezzi di carta. Vuoi far davvero fare un esame serio a chi ti paga, a clienti paganti? Non si iscriverà più nessuno!”.

Ovviamente, sbagliavano.

Avevo appreso la lezione di mio Papà.

Testimonianza del dr. Francesco Lupo alla sua prima docenza

 

Oggi

Oggi, i migliori ex allievi, dottori commercialisti che hanno seguito il corso MasterBANK e hanno superato brillantemente l’esame finale, vengono chiamati da me nella Faculty dell’Accademia.

Siamo alla quinta edizione del Corso, e in cinque anni ho selezionato sei docenti. Oggi, l’Accademia si avvale, oltre che del sottoscritto come Direttore Scientifico del corso MasterBANK, di un Coordinatore didattico, un Vice Coordinatore didattico, e altri quattro docenti aggiunti, di cui due donne.

Tutti, nell’Accademia, sanno che chi sale su un palco – oggi virtuale – a insegnare, deve aver superato rigorose prove e aver dato atto, in anni di prova, di possedere elevati standard professionali e didattici.

Proprio perché ci sono altri commercialisti che, ogni anno, entrano ad apprendere le nostre metodologie, sono pochi gli ex corsisti chiamati a far parte del nostro corpo docente. La ragione è che molti, là fuori, si dichiarano esperti di questo e di quello, ma superare il nostro esame non è affatto cosa semplice, e possedere tutti i nostri esclusivi strumenti di lavoro è possibile solo al termine di un anno di intensa pratica professionale. Sono due sole le sessioni all’anno, e non di rado ci sono commercialisti che studiano mesi per prepararsi.

Clicca qui per chiedere informazioni

 

Conclusione

Entrare nella rosa dei nostri docenti interni, dato riesce statisticamente a circa un 3% dei frequentanti, è quindi considerato dai miei ex allievi un onore e un privilegio. Non lo dico io, ma lo affermano loro. Soprattutto, tutti nella nostra Accademia sanno che la Didattica è solo uno dei tre Assi dell’Accademia, che ha un piano strategico di sviluppo al quale lavorano, su vari tavoli, gli ex allievi, oggi Finanzialisti.

Tutti sanno che per entrare nel secondo Asse, quello della Ricerca, occorre aver dimostrato in un anno di pratica, durante la didattica, le proprie competenze, e che il reale motivo per il quale facciamo tutto questo è nel terzo Asse, il brand del quale tutti sono orgogliosi, il cui scopo è: fare fatture, insieme, in logica di rete.

In altri successivi articoli comincerò a illustrare le logiche, le filosofie, le regole e le norme dell’Accademia negli altri Assi. In questo primo articolo, intendo dare ai molti lettori interessati per la prima volta la spiegazione del perché dottori commercialisti, adulti, con studi avviati, continuino a studiare. Non è per raccogliere crediti formativi obbligatori, che anzi non interessano a nessuno, nel mio mondo. Io credo che sia per attuare l’insegnamento che, a diciotto anni, non potevo capire.

La sola funzione del superare un esame è per sentirsi all’altezza degli altri e per capire che, nella vita, gli esami non finiscono mai.

Chi diventa docente della nostra Accademia si sente all’altezza dell’aula dei nuovi Commercialisti discenti, ed al contempo sa che, ogni anno, dovrà studiare, migliorarsi, praticare e insegnare continuamente, perché da noi, come nella vita, non si finisce mai di superare qualcosa: i propri limiti.

Se sei interessato a diventare un Finanzialista (Specialista in Finanziamenti d’Impresa) visita la pagina www.masterbank.it

Ti è piaciuto? Condividi l'articolo!